Terapia occupazionale per gli anziani

Non ti arrendere mai. Di solito è l’ultima chiave del mazzo quella che apre la porta.

Paulo Coelho

“Mio padre guida ancora: sono preoccupato”

“Mia mamma vive sola in casa …non vuole farsi aiutare da nessuno”

“Stiamo valutando: meglio la casa di riposo o una badante?”

“Non mi sento sicuro nel muovermi e ho paura di cadere”

“Mio padre non esce più di casa, si trascura e si isola”

“Si lamenta continuamente e vuole sempre attenzione …non so più cosa fare con mia madre”

Alcune difficoltà quotidiane dell’anziano

In età avanzata le attività che si era abituati a fare diventano più faticose, si tende a ritirarsi e a volte la solitudine non aiuta a essere felici.
Si possono quindi verificare situazioni come:

  • umore depresso
  • isolamento
  • senso di inutilià
  • cadute frequenti

La rigidità nell anziano è un grande ostacolo

Gli anziani e i vecchi tendono a fare le cose sempre allo stesso modo di sempre: una delle difficoltà più grandi è far vedere loro che ci sono altri modi per fare le cose.

Imporre le scelte non comprese non è la soluzione

Per timore che possano cadere o farsi male limitiamo gli anziani nel loro fare e spesso li aggrediamo e sgridiamo come fossero dei bambini, ma questo non fa cambiare la situazione.

Piccoli accorgimenti in casa migliorano la vita

Con l’avanzare degli anni  emergono deficit percettivirallentamento dei riflessi e rigidità dei movimenti, ciò nonostante gli ambienti di vita non sono aggiornati con le nuove esigenze fisiche e cognitive e  i gesti più semplici si complicano di molto.

La caduta nell’anziano: un problema sottovalutato

Le cadute e l’equilibrio instabile sono tra i problemi clinici più seri per gli anziani, innalzano notevolamnete i tassi di mortalità e morbilità, contribuiscono alla limitazione della mobilità e all’ingresso prematuro in residenze assistite.

Il 30% delle cadute in casa è correlata con l’ambiente. Si cade maggiormente in bagno e in camera.

L’arrivo della badante: un vero stress per tutta la famiglia

L’ingresso in casa a tempo parziale o a tempo pieno di un caregiver formale non è mai un momento facile e rappresenta per l’anziano una limitazione all’autonomia e una riduzione della libertà personale.

Vivere a casa propria il più lungo possibile in autonomia e sicurezza è l’obiettivo principale

Obiettivi d’intervento:

Mantenersi in salute e attivi non sembra pensabile quando si invecchia ma ci sono molte semplici vie per essere indipendenti e attivi.
Assieme lavoreremo su:

  • prevenzione delle cadute
  • riorganizzazione degli spazi in casa
  • modifiche ambientali
  • riaccendere gli interessi
  • gestione dei farmaci
  • uso del cellulare
  • gestione del dolore
  • addestramento caregiver (marito, moglie, filgio/a) e del caregiver formale (badante, assistente personale)

Come si svolge l’intervento:

1-Primo incontro in studio con colloquio conoscitivo
2-Valutazione per evidenziare bisogni e desideri del paziente e della sua famiglia
3-Definizione degli obiettivi e definito un piano di intervento che potrà avvenire in studio o a casa del paziente.

chiama ora ricevi informazioni e fissa il tuo appuntamento

+39 3295382195

oppure scrivimi per avere informazioni o rimanere aggiornato